Impianti Multiservizio in Fibra Ottica

Building

Dal 1° luglio 2015 tutti gli edifici che necessitano della concessione edilizia devono essere equipaggiati con un’infrastruttura fisica multiservizio passiva in fibra ottica.
“Art. 135 -bis. — (Norme per l’infrastrutturazione digitale degli edifici). — 1. Tutti gli edifici di nuova costruzione per i quali le domande di autorizzazione edilizia sono presentate dopo il 1º luglio 2015 devono essere equipaggiati con un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete. Lo stesso obbligo si applica, a decorrere dal 1º luglio 2015, in caso di opere che richiedano il rilascio di un permesso di costruire ai sensi dell’articolo 10, comma 1, lettera c). Per infrastruttura fisica multiservizio interna all’edificio si intende il complesso delle installazioni presenti all’interno degli edifici contenenti reti di accesso cablate in fibra ottica con terminazione fissa o senza fili che permettono di fornire l’accesso ai servizi a banda ultralarga e di connettere il punto di accesso dell’edificio con il punto terminale di rete.”
La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Videosatmultimedia offre un innovativo sistema condominiale multiservizio in fibra ottica, questa soluzione mette a disposizione di ogni singolo appartamento 4 fibre ottiche (più ulteriori 4 attivabili in un secondo momento) con le quali gestire, ad esempio: TV terrestre, TV satellitare, 2 operatori telefonici per FTTH.L’impianto condominiale multiservizi offerto è attualmente, l’unica soluzione “chiavi in mano” sul mercato che risponde ai requisiti dettati dal CEI e che ha ottenuto la Certificazione di conformità dal Ministero dello Sviluppo Economico.