Soluzioni multiservizio per la distribuzione secondo la legge 164/2015 di tutti i servizi come TV, Satellite, dati, per gli edifici residenziali. I nuovi condomini e quelli ristrutturati saranno a norma solo se dotati di impianti digitali a banda ultralarga in fibra ottica, per fornire connessioni e servizi al passo con le evoluzioni tecnologiche. L’impianto multiservizio con infrastruttura ottica passiva secondo le guide CEI 306-2,306-22,100-64/1/2/3.


Soluzioni in fibra ottica, per legge

Le recenti disposizioni di legge (164/2014) prevedono che i nuovi edifici e quelli soggetti a profonda ristrutturazione siano a norma solo se dotati di
impianti digitali a banda ultralarga in fibra ottica per fornire connessioni e servizi al passo con le evoluzioni tecnologiche. Tali edifici possono essere
dotati dell’etichetta Edificio predisposto alla banda larga, rilasciata dal tecnico abilitato. Il mancato rispetto della legge non consente di ottenere il certificato di abitabilità, rendendo inagibile l’unità immobiliare.

I vantaggi

La legge 164/2014 ha l’obiettivo di garantire costi sostenibili per l’adeguamento dell’impianto alle future evoluzioni, assicurando nel contempo pari opportunità e libertà nell’utilizzo dei mezzi di comunicazione elettronica. Questi valori si traducono in una serie di interessanti vantaggi:

  • Unico impianto per tanti nuovi servizi.
  • Riduzione dei costi di manutenzione e diimplementazione tecnologica.
  • Neutralità dell’impianto, che funge da piattaforma aperta per supportare ogni tipo di applicazione.
  • Decoro delle città grazie alla semplificazione delle apparecchiature di ricezione.
  • Miglioramento dell’impianto tecnologico dell’edificio, con conseguente aumento del suo valore.